documentiTopA

I documenti consultabili sono divisi secondo aree tematiche come da menù a lato. Ci scusiamo se alcune di esse sono a tutt'oggi prive di documenti. La costruzione del nuovo sito di AGITE è stata avviata e avverrà in itinere con la collaborazione di tutti gli iscritti alla Società. Qui a seguire trovate gli ultimi documenti da noi inseriti.

Procreazione
Salute della donna
Sessualità
Promozione della salute
Comunicazione
Aree innovative
Legislazione

Legge 194/78 - dati definitivi 2016

Presentazione della Relazione del Ministro della Salute sull'attuazione della Legge 194/78 per la tutela sociale della maternità e per l'interruzione volontaria di gravidanza.

E’ stata presentata la Relazione del Ministro della Salute sull'attuazione della Legge 194/78.La Relazione che contiene i dati definitivi relativi al 2016 sull’attuazione della L.194/78 che stabilisce norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria della gravidanza (IVG), è stata trasmessa al Parlamento il 29 dicembre 2017.

Dai dati emerge che anche nel 2016 prosegue l’andamento in diminuzione del fenomeno, anche se in entità minore rispetto agli anni precedenti. Lo scorso anno, infatti, il numero di IVG è stato pari a 84.926, una diminuzione del 3.1% rispetto al dato del 2015, quando ne erano state registrate 87.639.

Scarica il pdf della relazione ministeriale (circa 2 Mega)

Scarica il pdf delle Tabelle Ministeriali (circa 401 KB)

Vai al sito di pubblicazione      logoMinistero

Legge 194/78 - dati definitivi 2017

Il 18 gennaio 2019 è stata presentata la Relazione del Ministro della Salute sull'attuazione della Legge 194/78.

Scarica il pdf della relazione ministeriale (circa 1,5 Mega)

Scarica il pdf delle Tabelle Ministeriali (circa 440 KB)

Vai al sito di pubblicazione      logoMinistero

Tratto dal sito salute.gov.it:

virgolette aperte  I dati elaborati sono stati raccolti dal Sistema di Sorveglianza Epidemiologica delle IVG, che è attivo in Italia dal 1980 e impegna l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), il Ministero della Salute e l’Istat da una parte, le Regioni e le Province autonome dall’altra.
A partire dall'anno 2018, il monitoraggio e le modalità di acquisizione da parte dell’Istat dei dati delle indagini sulla salute riproduttiva (quindi anche quella sulle IVG) sono variate. L'Istat ha infatti predisposto un'unica piattaforma web tramite la quale vengono raccolte le informazioni e svolte le varie attività. Regioni, Asl e strutture potranno registrare o caricare i dati, aggiornare la lista delle strutture e le relative informazioni anagrafiche, effettuare monitoraggi dei dati caricati, tutto in un unico ambiente. 
Il passaggio dai vecchi sistemi a questa piattaforma sta avvenendo in maniera graduale e anche il 2019 sarà un anno di transizione per poter arrivare al 2020 al completo utilizzo del nuovo strumento. 
Per questo motivo quest’anno, per ottenere il dato definitivo relativo al 2017 è stato necessario prorogare la raccolta dati e il loro controllo fino a dicembre 2018.

Dati definitivi 2017

Dal 1983 l’IVG è in continua e progressiva diminuzione in Italia; attualmente il tasso di abortività del nostro Paese è fra i più bassi tra quelli dei Paesi occidentali. Ecco i dati [......]

Obiezione di coscienza ..............
Donne straniere ..............
Contraccezione di emergenza ..............
Tempi di attesa ..............
Mobilità e variabilità regionale ..............
Consultori familiari ..............virgolette chiuse

Leggi articolo completo su salute.gov.it