eventi agite

Report Simposio AGITE Sicilia - Novembre 2017

Dal 26 al 28 Novenbre 2017 si è tenuto a Catania il XII Congresso Regionale AOGOI Sicilia, nell’ambito del quale si è svolto il Simposio AGITE Sicilia, dal titolo:
“La gestione del rischio in gravidanza nella rete integrata territorio ospedale”.
Il Simposio, che ha visto subito una grande partecipazione di pubblico, è stato introdotto da Sandro Viglino, Presidente Nazionale AGITE e Salvatore D’Amanti, Segretario Regionale AGITE Sicilia. Il Dr. Viglino ha riportato la storia di Agite, che nel 2017 ha compiuto 10 anni, le numerose attività svolte in questi anni e quelle svolte nel 2017, le quali hanno portato ad un notevole incremento degli iscritti, alla presenza radicale e al rafforzamento dell’associazione a livello di quasi tutte le regioni italiane, con l’individuazione e la designazione di nuovi Segretari Regionali e la conferma di quelli già esistenti, alla realizzazione di Congressi Regionali in tutte le regioni, alcuni anche in collaborazione con Aogoi. La strada tracciata è dunque quella giusta e quindi anche nel 2018 si proporranno e si porteranno a termine analoghe iniziative, per far sì che Agite sia l’associazione più rappresentativa per i ginecologi che lavorano nel territorio, e si possa confrontare nel dialogo e nella collaborazione con i ginecologi ospedalieri nel percorso integrato di rete territorio-ospedale.
La parola è stata quindi data ai moderatori, Domenico Costa, Natalino Ferrara, Rosaria Riccobene, che hanno introdotto i vari relatori, in particolare: il Dr. S. Puce, il quale ha illustrato il Decreto assessoriale 30/9/15 della Regione Sicilia che parla appunto della valutazione del rischio in gravidanza, della suddivisione del rischio in 4 livelli in ordine crescente (Rischio 0 o assenza di rischio, Rischio 1 minimo, Rischio 2 intermedio, Rischio 3 elevato), e dei percorsi assistenziali di integrazione territorio-ospedale per ciascun livello di rischio.
Daniela Anzelmo, da poco eletta Segretario Nazionale di Agite, ha parlato invece della stratificazione del rischio e della conduzione/ monitoraggio della gravidanza, attraverso lo strumento indispensabile che è la cartella clinica, o meglio il Quaderno di Gravidanza della Regione Sicilia, quale strumento di integrazione tra territorio ed ospedale, unico per tutta la regione, che sarà sostituito in itinere dalla cartella clinica elettronica, ormai acquistata ed attivata in quasi tutte le ASP siciliane.
Ha continuato quindi Cinzia Bonaccorso, che ha parlato dell’empowerment delle pazienti quale utilissimo elemento di raccordo tra la talvolta eccessiva medicalizzazione e la scarsa umanizzazione delle gravidanze a rischio.
La parola è passata al Dr. Michele La Greca, primario ospedaliero, il quale ha parlato delle patologie ostetriche di maggiore riscontro ma pur sempre gestibili se si realizza un percorso diagnostico efficiente di integrazione territorio-ospedale.
Infine la sessione si è conclusa con l’intervento di Daniela Giuffrè, che ha parlato degli IAN (Incontri di Accompagnamento alla Nascita), certamente indispensabili non solo nelle gravidanze fisiologiche, ma anche nelle gravidanze a rischio.
Dopo una breve pausa sono quindi ricominciati i lavori con la Tavola Rotonda: “La gestione della gravidanza a rischio nelle varie realtà provinciali tra territorio e ospedale”, nella quale sono intervenuti i Segretari Provinciali Agite, i Segretari Provinciali Aogoi e i Responsabili dei Dipartimenti Materno-Infantili delle 9 provincie siciliane, mettendo a confronto le proprie esperienze di protocolli e percorsi assistenziali di integrazione territorio-ospedale, illustrando le proprie realtà lavorative e le problematiche che quotidianamente si affrontano, certamente accomunati dall’utilizzo degli strumenti operativi (decreti legislativi, protocolli e linee guida) frutto del lavoro di innumerevoli tavoli tecnici indetti dall’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia e composti da rappresentanti di ginecologi ospedalieri e territoriali Aogoi ed Agite.
Anche nel 2017 quindi il Simposio Agite si è confermato appuntamento consueto e atteso per i ginecologi territoriali siciliani, i quali hanno partecipato sempre più attivamente alla organizzazione e realizzazione del simposio stesso, rafforzando la volontà di collaborazione e crescita sia professionale che scientifica, data dal lavorare insieme superando le distanze geografiche ed eliminando di fatto l’isolamento lavorativo che spesso affligge chi lavora nelle realtà territoriali, e confermandosi quindi quale gruppo Agite tra i più attivi a livello nazionale.

Daniela Anzelmo

 

Nov17
Nov17
Nov17
Nov17

Relazioni a Eventi AGITE - Dowload zip files

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per permetterti una migliore navigazione e raccogliere (in modo totalmente anonimo) statistiche di accesso.
Se vuoi saperne di più leggi la ns. informativa estesa sui cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.