documentiTopA

I documenti consultabili sono divisi secondo aree tematiche come da menù a lato. Ci scusiamo se alcune di esse sono a tutt'oggi prive di documenti. La costruzione del nuovo sito di AGITE è stata avviata e avverrà in itinere con la collaborazione di tutti gli iscritti alla Società. Qui a seguire trovate gli ultimi documenti da noi inseriti.

Procreazione
Salute della donna
Sessualità
Promozione della salute
Comunicazione
Aree innovative
Legislazione

Contraccezione di emergenza sempre disponibile in tutte le farmacie

Il Professor Emilio Arisi ha lanciato questa petizione [vedi]
La notizia e' stata riportata anche dal gruppo dell'ECEC e dell'ICEC (European Consotium for Emergency Contraception, ed analogo International Consortium) per cui sono arrivate anche alcune firme straniere.
Vedi anche : http://www.ec-ec.org/news/​


14-02-2018 Casa Internazionale delle Donne:
"L'accesso alla contraccezione dall'Europa all’Italia: la mappa, gli ostacoli, le proposte"
Scarica la locandina

Un modo diverso di festeggiare S Valentino: ricordare che in Italia , come ci ha mostrato la ricerca Europea ATLANTE della CONTRACCEZIONE , promossa da AIDOS, siamo tra i fanalini di coda non solo nell’uso ma anche nell’informazione sulla Contraccezione e come nei Paesi con l’uso maggiore di contraccezione è massima anche la fecondità femminile, proprio perchè sono le politiche attente ai diversi bisogni della salute femminile che facilitano la scelta di gravidanza. E’ quello che è avvenuto a Roma il 14 febbraio alla Casa Internazionale delle donne , dove si è svolto un partecipato incontro promosso dal “Comitato per la contraccezione gratuita e consapevole” per discutere partendo da vari punti di vista la situazione della contraccezione italiana e di come ottenere una reale gratuità già prevista delle leggi vigenti. L’Incontro è stato condotto dalle giornaliste Eleonora Cirant e Cristina Valsecchi partecipanti al Comitato, con pieno rispetto dei tempi e delle diverse opinioni . Il Comitato, ha spiegato il collega Pietro Puzzi, è formato di 25 persone tra cui 16 ginecologi, 3 ostetriche , 1 pediatra , 1 farmacista e le 2 giornaliste ed ha raccolto 60.000 firme in favore della proposta di far diventare realtà nazionale la possibilità di una completa gratuità dei diversi metodi contraccettivi, dagli Estro Progestinici,alla Contraccezione intrauterina e ai profilattici maschili e femminili unici a difenderci dalle MST . Per dare il punto di vista delle Soc. Scientifiche, per AOGOI Elsa Viora, ha dato un primo resoconto di quanto svolto da una gruppo di lavoro SIGO/AOGOI che ha fatto una proposta sulla possibile gratuità della contraccezione in collaborazione con AIFA. Marina Toschi di AGITE ha insistito sul tema di una esaustiva formazione dei ginecologi futuri sia sul counselling per tutta la contraccezione sia sulla pratica dell’inserimento della IUC ( contracc. intrauterina) che compete ai soli ginecologi. Emilio Arisi per la SMIC ha ricordato il lavoro già svolto sul BAROMETRO della Contraccezione che misurava il suo livello di diffusione in 21 Paesi Europei e mostrava sempre un grande ritardo italiano. Presente anche un giovane ostetrico Piero Cifelli rappresentante della neonata SISOGN ( Soc It. Scienze Ost- Gin- Neonatali) che ha rivendicato anche il ruolo delle ostetriche specie nel councelling. Una giovane studentessa della Rete della conoscenza Noemi Di Iorio e la collega Canitano Elisabetta hanno dato il loro punto di vista legando i temi della IVG.
Purtoppo non era presente AIFA ma solo come rappresentante di Assobiomedica, la drssa Fernanda Gellona che ha dato spiegazioni sui Presidi medico chirurgici, per chiarire come ottenere e a chi spetta la loro distribuzione gratuita.Utile è stata la presenza di varie realtà istituzionali: la Regione Emilia Romagna che attraverso le parole della collega ginecologa Borsari Silvana ha spiegato nel dettaglio della loro nuova Delibera Reg. di nov 2017, che rende gratuita la contraccezione distribuita nei Consultori a tutti sino ai 26 anni di età e a larghe fasce di popolazione “fragile”; l’ISS che con Angela Spinelli è tornata sui dati che chiariscono la continua discesa delle IVG in Italia ; il Ministero della Salute che con la drssa Serena Battilomo ha fornito alcuni dati sulla situazione sui flussi informativi rispetto ai Consultori ed informato che sta partendo un progetto di rilevazione sulle attività consultoriali affidato all’ISS per dare una reale fotografia dell’esistente.
Molto lucido l’intervento di Livia Turco, già Ministra della salute, che ha illustrato il percorso per ottenere l’immissione in fascia A di un farmaco e chiarito che dipende solo da AIFA, struttura governativa sui farmaci incardinata al Ministero, e che quindi la gratuità della Contraccezione non è una questione tanto economica quanto di scelta politica.
Chi mai si opporrebbe alla spesa necessaria per 4 o 5 protesi d’anca nella sua Regione? Questo sommariamente sarebbe, ad esempio, il costo della distribuzione gratuita della contraccezione calcolata nella Regione Emilia Romagna....

Qui a seguire la registrazione dell'incontro.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per permetterti una migliore navigazione e raccogliere (in modo totalmente anonimo) statistiche di accesso.
Se vuoi saperne di più leggi la ns. informativa estesa sui cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.